La luce che gioca col buio

Mi colpisce la luce che gioca col buio.


Stasera guardo la quiete della sera e i suoi sprazzi di luce, e mi sento nel cuore della vita, là dove si muove una perenne alchimia tra tristezze e gioie, tra angosce e speranze; là dove l’equilibrio tra le forze è sempre in movimento.


Guardo la vita che si affaccia nel buio, che getta i suoi raggi di luce nella notte.


Guardo la quiete dei luoghi.


Guardo la bellezza dei guizzi di luce, e la bellezza delle ombre.

Guardo queste luci nel buio e penso che siano una metafora della vita.
Un giorno dopo l’altro cerchiamo tutta la luce possibile che riesca a tenere a bada le nostre paure, e magari anche sconfiggerle per un po’.
Cerchiamo la luce nel buio, e ci aggrappiamo a lei, sperando che duri. E ogni giorno cerchiamo la luce possibile, e il possibile equilibrio.
C’è una struggente bellezza in tutto questo. E una struggente tristezza.

“Si può sopravvivere sul sentiero della conoscenza solo vivendo come un guerriero, perché l’arte del guerriero consiste nell’equilibrare il terrore dell’essere uomo con la meraviglia dell’essere uomo.” (C. Castaneda, Viaggio a Ixtlan)
Così cerco bellezza e meraviglia, ogni giorno. E che siano flebili luci nella sera, sgargianti tramonti o tersi cieli azzurri, è la luce possibile che c’è –giorno per giorno, momento per momento- a farci vivere.

6 pensieri su “La luce che gioca col buio

  1. enantiodromici

    Ecco, abituarsi al possibile è un buon suggerimento con cui cominciare un nuovo anno. Ridimensionare la smania che ti sbalza in avanti, pelandoti i gomiti e sbucciando le ginocchia. Scivolare leggeri come i pattinatori e, nei momenti di fortuna, accennare un arabesque. E godere della quieta dolcezza di un procedere disposto ed attento capace di riconoscere un sentiero anche attraverso una slevile luce.
    Buon 2019 amica mia.

    Piace a 1 persona

    Rispondi
  2. Luigi

    bellissimo post, mi ha fatto venire in mente una frase di Virginia Woolf: “la bellezza del mondo ha due tagli, uno di gioia, l’altro di angoscia, e taglia in due il cuore”.
    Grazie e buon anno

    Piace a 1 persona

    Rispondi

Rispondi a romolo giacani Annulla risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.