Archivi tag: guizzi di luce

Scende la sera

Passeggiare, guardare, farsi prendere dalla vita che scorre davanti agli occhi. Seguire i guizzi delle luci; respirare la quiete e il movimento, gli spazi di solitudine, le vite che si incrociano.
Osservare le geometrie e le persone.
La musica nelle orecchie, la Canon in mano, e tutto torna al suo posto.
Sono grata alla vita che ora c’è.

La luce che gioca col buio

Mi colpisce la luce che gioca col buio.


Stasera guardo la quiete della sera e i suoi sprazzi di luce, e mi sento nel cuore della vita, là dove si muove una perenne alchimia tra tristezze e gioie, tra angosce e speranze; là dove l’equilibrio tra le forze è sempre in movimento.


Guardo la vita che si affaccia nel buio, che getta i suoi raggi di luce nella notte.


Guardo la quiete dei luoghi.


Guardo la bellezza dei guizzi di luce, e la bellezza delle ombre.

Guardo queste luci nel buio e penso che siano una metafora della vita.
Un giorno dopo l’altro cerchiamo tutta la luce possibile che riesca a tenere a bada le nostre paure, e magari anche sconfiggerle per un po’.
Cerchiamo la luce nel buio, e ci aggrappiamo a lei, sperando che duri. E ogni giorno cerchiamo la luce possibile, e il possibile equilibrio.
C’è una struggente bellezza in tutto questo. E una struggente tristezza.

“Si può sopravvivere sul sentiero della conoscenza solo vivendo come un guerriero, perché l’arte del guerriero consiste nell’equilibrare il terrore dell’essere uomo con la meraviglia dell’essere uomo.” (C. Castaneda, Viaggio a Ixtlan)
Così cerco bellezza e meraviglia, ogni giorno. E che siano flebili luci nella sera, sgargianti tramonti o tersi cieli azzurri, è la luce possibile che c’è –giorno per giorno, momento per momento- a farci vivere.